Restauro del santuario di Santa Maria del LavelloCalolziocorte (LC)

Le pessime condizioni in cui versavano le pitture murali, come quasi tutte le superfici della navata, era imputabile soprattutto all’umidità muraria, favorita dalla vicinanza dell’Adda, e a notevoli fenomeni di condensa. Obiettivo del progetto è stato quello di soddisfare le esigenze sia conservative che di migliore fruibilità del monumento, considerato come spazio liturgico e bene culturale.

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Gli interventi hanno permesso la scoperta e il recupero, al di sotto dei ripetuti tinteggi, dell’apparato iconografico dei due vani absidali e, nella parete nord, dei decori della cappella dei Servi di Maria, dove sui lati dell’arco trionfale sono emersi due pregevoli tondi con la Vergine e l’Angelo annunciante.

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Per ovviare ai dissesti statici denunciati dal distacco e dalla rotazione verso il sagrato della facciata si è provveduto al suo ancoraggio ai muri d’ambito realizzando, in corrispondenza dell’orizzontamento della cantoria, un impalcato ligneo controventato che consentisse anche di scaricare le volticciole sottostanti, mentre per il contenimento della spinta impressa dalla volta al fianco esterno della cappella terminale destra si è inserita una nuova catena in acciaio sulla parete di fondo dell’abside.

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Informazioni aggiuntive

Accenni storici:
L’attenzione della storiografia artistica per il Santuario del Lavello si deve soprattutto al cospicuo corredo decorativo interno che testimonia della sua importanza come luogo di pellegrinaggio fin dal XV secolo. L’organismo, ad aula unica divisa in tre campate da archi-timpano trasversali su cui posa l’orditura delle falde, presenta in corrispondenza dell’abside due cappelle voltate a botte e incorniciate sull’affaccio da paraste con basi e capitelli in Pietra di Sarnico.
Incarico:
Progettazione preliminare e definitiva; progettazione esecutiva, direzione lavori e coordinamento della sicurezza
Data:
1997/2007
Committenza:
Provincia di Lecco
Utilizziamo cookie tecnici e di profilazione (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza su questo sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie; in alternativa, leggi l'Informativa Estesa e scopri come disabilitarli.