Villa MonasteroVarenna (LC)

Gli interventi progettati, suddivisi in tre lotti (riguardanti la bonifica, la messa a norma e il riordino dei corpi di fabbrica della Foresteria e dell’Ala Nord, il consolidamento delle mura a lago, il restauro e la riqualificazione funzionale dell’edificio della Portineria), si inquadrano nel programma di lavori intrapreso, con il contributo della Fondazione Cariplo, dalla Provincia di Lecco d’intesa con il CNR, proprietario della Villa dal 1977, per un più congruo utilizzo e la piena valorizzazione del compendio monumentale.

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

I lavori interni sono stati rivolti al miglioramento della capacità ricettiva degli spazi esistenti, con la creazione di adeguati servizi di supporto per le manifestazioni culturali promosse dalla Fondazione istituita dall’Ente Pubblico affidatario della struttura dal 1996.

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Uno dei problemi di maggior delicatezza rappresentato, a motivo del notevolissimo pregio paesaggistico e botanico del giardino, dall’inserimento della nuova cabina elettrica è stato risolto ristrutturando, senza variarne la consistenza e la configurazione planivolumetrica attuali, una delle serre poste in fregio al muro di sostegno della carreggiata per Varenna. Le opere strutturali del primo lotto, comprendente la Foresteria e l’Ala Nord, rese necessarie da situazioni di precarietà statica e da esigenze di adeguamento ai carichi di esercizio previsti, riguardano soprattutto gli impalcati lignei e le murature in elevazione che risultavano interessate da fenomeni di rototraslazione verso il lago.

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Photography & Project by Spira Srl Photography & Project by Spira Srl

Informazioni aggiuntive

Accenni storici:
La Villa ebbe origine nella prima metà del ‘600 con la trasformazione in dimora patrizia, da parte di Lelio Mornico, di un monastero femminile cistercense, già documentato agli inizi del XIII secolo e soppresso da Pio V nel 1567. L’Oratorio, rifatto nel 1675 e corrispondente oggi alla “Sala Fermi”, rimase aperto al culto fino al 1897, quando la proprietà fu acquistata dall’armatore tedesco Walter Kees che nell’arco di dodici anni vi eseguì cospicui lavori, fra cui la sistemazione dell’ala nord e il nuovo edificio della Portineria, conferendo al complesso - con l’allestimento fin de siécle degli ambienti interni e l’espansione del parco, allora arricchito di elementi decorativi ed essenze esotiche - la fisionomia attuale.
Incarico:
Progettazione definitiva ed esecutiva, Direzione Lavori, Coordinamento Sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, contabilità.
Data:
1998/2005
Committenza:
Provincia di Lecco
Utilizziamo cookie tecnici e di profilazione (anche di terze parti) per migliorare la tua esperienza su questo sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie; in alternativa, leggi l'Informativa Estesa e scopri come disabilitarli.